di Michele Giliberti

Nelle ore in cui agricoltori e allevatori si stanno muovendo a 360° per portestare contro le imposizioni di Ue e Bruxelles, Lega della Terra, che presiedo, lancia la sfida al sistema, a questa Europa democratica per affermare l’avanguardia della terra. La famiglia, il sangue, la stirpe contro la finanza, le banche e le lobby. Novità scientiste, ovvero porcherie contro natura, come la farina di insetti, carne prodotta in laboratorio o pesce stampato in 3D fanno il paio col tentativo delle lobby farmaceutiche (violazione del corpo) di recidere il cordone ombelicale che lega da sempre l’uomo alla terra e alla natura.

La nostra lotta è per riaffermare questo legame inscindibile con la terra. Non è in gioco solo la nostra autosufficienza ma la nostra stessa esistenza come popoli. Mentre Bill Gates diventa padrone delle terre americane (ricevuto dalla Meloni come un capo di stato) e Zuckerberg avvia allevamenti di bovini alimentati col meglio che la natura offre, agli agricoltori europei viene tolta la terra, sospesa la produzione e tolti i sussidi con la scusa del riscaldamento globale. L’obiettivo è chiaro: strangolare gli ultimi residui di resistenza dei popoli europei per sottometterli e addomesticarli. L’agricoltore è l’ultimo baluardo di un’avanguardia (nel senso del miglior risultato della correlazione stirpe/terra, sangue e suolo) dei valori e delle tradizioni millenarie della nostra bella Italia. L’appello è a unirsi alla lotta e gettare il cuore oltre l’ostacolo. Avanti gente della terra riaffermiamo questa avanguardia.

Share via
Copy link
Powered by Social Snap