di Mattia Taricco

I social media sono ormai regno incontrastato dei cosiddetti Fuffa Guru, basta scrollare qualsiasi social network per trovarsi davanti a migliaia di contenuti di sedicenti “guru” della finanza o del marketing che promettono sbalorditive rendite passive. Drop Shipping, Crypto valute, metodo Ponzi e tanti altri modo fantasiosi che promettono di diventare facilmente milionario, ma solo se seguirai i loro consigli.

È almeno un decennio ormai che i social sono pieni di questi personaggi, ma negli ultimi anni il loro lavoro è veramente meticoloso, arrivando a riempire qualunque bacheca social delle loro inserzioni. Questo però mi fa pensare che ci sia un qualche motivo dietro?

La contrapposizione con il mondo del lavoro reale, che noi tutti dobbiamo affrontare giorno dopo giorno, è fortissima ed evidente. Mentre il nostro presente è fatto dall’affossamento dell’industria italiana, dall’inflazione che dilaga con il conseguente aumento del costo della vita, sui social media questi personaggi bombardano con le loro promesse di rendite e soldi facili, le due cose vanno quasi di pari passo, che si tratti di un caso? Credere al caso, in linea di massima, non è mai un bene, specialmente in questi tempi bui e angusti, dunque, io credo di no.

Ma se invece di fermarci ai loro video su auto da sogno sulle strade di Dubai, andiamo a cercare le giuste informazioni su di loro ed il loro “metodo”, possiamo facilmente scoprire che mancano tutte le informazioni sia su di loro che sui loro presunti guadagni, alla fine si può capire che si tratta di semplici “influencer” che curano la loro immagine pubblica pur di vendere i loro “corsi”.

Quello che deve far pensare è che mentre il sistema economico finanziario internazionale sta creando un mondo da favola per pochi eletti, contestualmente sta creando un inferno perfetto per quelli che una volta erano chiamati classe media. I Fuffa Guru continuano indisturbati il loro “lavoro” perché in definitiva non sono altro che il “cavallo di troia” del sistema, che punta a rastrellare quel poco di benessere che, specialmente in Italia, è rappresentato dal risparmio personale.’ Ecco una volta che questi avranno truffato la maggior parte dei risparmiatori italiani allora magari qualcuno aprirà qualche inchiesta e vedremo questi personaggi andare a picco con le loro auto noleggiate e le loro suites in affitto a Dubai.

Come sempre, le scorciatoie e le soluzioni facili e immediate non esistono, la realtà è che chi ci governa ci vuole schiavi di un sistema folle e senza regole, dove i ricchi sono sempre più ricchi e i poveri sempre più poveri.

Share via
Copy link
Powered by Social Snap